banner banner1 banner2
Menu Principale
Per i Cicloturisti
Per i Produttori
I Comuni
vignale.jpg

cascoOltre a un abbigliamento adeguato (casco, guanti, occhiali, tuta da ciclista ecc.), sono molti gli oggetti utili da portarsi nello zaino durante un'escursione in bicicletta. Qui di seguito trovate un elenco: scegliete voi quelli indispensabili...

Due camere ad aria e kit di riparazione
Il kit comprende toppe di diverse dimensioni, alcune leve solleva-copertone (preferibilmente in materiale inossidabile), carta vetrata per pulire la superficie, tubetto di colla. Naturalmente non può mancare una pompa per gonfiare le camere: in commercio esistono anche delle bombolette riempite con anidride carbonica che vi evitano un po' di fatica ma ogni cosa ha il suo prezzo! Sono molto pratici gli spray riparagomme (contengono una schiuma che espandendosi e indurendosi all'interno della camera è in grado di tappare fori di discrete dimensioni). L'uso dello spray è normalmente utilizzato dai ciclisti più esperti ma puo' essere utile anche per i semplici cicloturisti in caso di condizioni estreme: maltempo, dimenticanza di qualche attrezzo (camera compresa), oppure per gli scansafatiche! Un prodotto sempre più diffuso sul mercato è la camera ad aria "antiforatura": riduce le probabilita' di forare in quanto è fatta in modo da inglobare all'interno il corpo estraneo (spina, chiodo ecc.) piuttosto che lasciarsi perforare da esso.

Cartine e bussola
I circuiti dei Mulini e degli Infernot hanno una percorrenza di circa 60 Km, ma sono presenti più strade alternative che consentono di percorrere tratti più brevi. La cartografia è facilmente scaricabile in questo sito, sotto la sezione percorsi, e una volta stampata potete portarla con voi.

Acqua e cibo
Specialmente durante la stagione estiva, a causa dell'eccessiva sudorazione, se ne consuma molta. Le borracce collocate sul telaio possono non bastare, perciò altri contenitori (anche le semplici bottiglie di plastica) andranno sistemate nello zaino. Molto utili sono gli zaini Camel Bag, in vendita nei più comuni negozi di ciclismo, con all’interno una sacca che contiene fino a 1 litro e mezzo di acqua. Lungo il percorso potrete, poi, fare affidamento ai PUNTI TAPPA e ai PUNTI SOSTA che partecipano al progetto BICIAMICI (ristoranti, aziende agricole, agriturismi, ecc.), che sono facilmente segnalati sulla cartografia indicata nel sito.

Giacca a vento leggera
Sono accessori indispensabili per ripararvi in caso di pioggia. Ad ogni modo, comunque, è sempre bene dare un'occhiata alle previsioni del tempo prima di partire e eventualmente, in caso di pessime condizioni, rimandare l'escursione.

Cacciaviti, pinze e chiavi varie
Variano da bicicletta a bicicletta: verificate quelle che sono strettamente necessarie per effettuare le regolazioni o riparazioni al fine di limitarne il peso. Vi sono anche degli utensili multiuso che occupano poco spazio e svolgono numerose funzioni. Utili sono anche uno straccio e un paio di guanti (per esempio quelli in lattice monouso): evitano di farvi sporcare le mani nel caso dobbiate intervenire sul vostro mezzo, specialmente se dovete operare sulla catena o toccare parti infangate.

Kit di primo soccorso
Qualche cerotto, alcune bende, un po' di disinfettante possono sembrare peso superfluo, ma in caso di caduta si può apprezzare la loro utilità. Se poi vi è rimasto ancora un pò di spazio nello zaino, è consigliabile portare una bomboletta di ghiaccio spray (è ottimo per alleviare il dolore delle contusioni).

Sacchetto per i rifiuti
Non disperdeteli nell'ambiente ma riportateli a casa. In esso andranno posti gli avanzi di cibo e gli involucri per confezionarlo, contenitori delle bibite vuote ecc.

Telefono cellulare
Utile in caso di bisogno d'aiuto, anche se non sempre funziona: non tutto il territorio, infatti, è coperto da ponti radio o vi potreste trovare in una zona priva di campo.

Macchina fotografica
Indispensabile per immortalare i momenti piu' belli e gli splendidi paesaggi che il Monferrato vi può offrire. Se riuscite, il consiglio è di usare una fotocamera digitale, meglio se non usa e getta, al posto di una a pellicola. Le soluzioni chimiche che vengono usate per sviluppare i rullini, infatti, contengono composti nocivi per l'ambiente, che richiedono un trattamento e uno smaltimento speciali.

...E ricordatevi dell’oggetto più importante da portare con voi: il carnet dove raccogliere i bollini nei punti tappa!

E' un progetto
Emasmonferrato e Aregai
Emas Monferrato
Aregai
Facebook