Sabato 16 marzo alle ore 10, al Castello di Piovera si tiene il secondo incontro di Laboratorio Monferrato che ha come tema "Comunicare il territorio come destinazione". L'obiettivo della giornata è «focalizzare l'attenzione su come le aziende monferrine dei servizi di ospitalità e ristorazione, dei servizi sociali e delle produzioni agroalimentari, coinvolgendo i giovani e il territorio, possano crescere e innovarsi.  In breve: cosa devono comunicare le imprese al fine di essere attrattive per le nuove generazioni e per far sì che queste ultime valorizzino il legame con la propria terra?».

LABORATORIO MONFERRATO 2 incontro 16032019 rev1403 1

Con l'associazione Aregai Terre di Benessere si partirà da una considerazione di base: «Le imprese sono interessanti quando crescono con progetti condivisi e condivisibili e che, al di là della pura redditività, siano in grado di garantire una reale ricaduta economica sul territorio. Le nuove generazioni affrontano quotidianamente la sfida di "restare o andare" per cercar lavoro in altre realtà. Un passo importante e significativo sta proprio nel poter dimostrare che il tessuto economico locale può crescere ed "aiutarli a restare". Soprattutto, se si progetta il nuovo in maniera sostenibile, partendo anche da piccole o piccolissime attività».

Durante il primo incontro di Laboratorio Monferrato sono stati analizzati i bisogni per crescere, identificando, per esempio, la necessità di parlare in inglese, di fare rete e progettare insieme. Con questo incontro si potrà usare un linguaggio comune «per imparare a raccontare le proprie azioni, valorizzarle, confrontarsi con gli altri attori del settore pubblico e privato e diventare attrattivi verso i giovani per la capacità di essere concreti, proattivi al cambiamento e capaci di misurare i risultati per crescere insieme. Il tutto grazie ad una forma nuova di comunicazione permessa dalla Smart Label Licet appositamente creata dall'associazione Aregai per permettere a tutti di usare un linguaggio comune con cui confrontarsi e crescere. Perché l'importante è essere consapevoli dei propri punti di forza e debolezza, oltre ad essere capaci di progettare l'innovazione secondo cinque criteri basilari: il legame con il territorio, la creatività, la capacità competitiva, l'eco-sostenibilità, la tutela della persona».

Tutto questo bagaglio di competenze sarà messo in pratica grazie ad Aregai che permetterà a tutti i presenti di partecipare ad un percorso previsto nel progetto Monferrato Sotto Sopra che la stessa sta seguendo con la cooperativa Orso, grazie al finanziamento della Fondazione San Paolo.

Aziende monferrine dei servizi di ospitalità e ristorazione, dei servizi sociali e delle produzioni agroalimentari e giovani sono invitati a partecipare all'incontro a Piovera: «Muniti di volontà di collaborare per crescere apprenderemo competenze necessarie propedeutiche a successivi approfondimenti».

Martedì 26 marzo, invece, si terrà il focus sull'ospitalità, la ristorazione e il benessere:  l'incontro sarà con Giovanna Ceccherini Alberto Branca, entrambi soci di Aregai e professionisti del settore. Giovanna Ceccherini operando come titolare di Mediterranea Consulab, ex-direttrice di un importante hotel del Monferrato e oggi manager di un tour operator internazionale. Alberto Branca, titolare di blog turistico 'Why not?', da anni opera come social media manager, attualmente lavora a Barcellona.

L'incontro del 26 marzo sarà a numero chiuso, i presenti dovranno avere un portatile per questo è necessario iscriversi inviando mail con il proprio nome, cognome, professione, organizzazione e numero di telefono a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASSOCIATI AD AREGAI

link socio

I nostri Progetti

gif animata progetti

Scopri chi usa LICET®

gif animata motore

EVENTI AREGAI

benessere1a
bezzo1a

I 5 valori LICET®

link come

Misura le tue azioni sostenibili, fai il test LICET®

TEST