banner web BEZZO 2018 1

 

PREMIO BEZZO 2018

Al via la seconda edizione per premiare il menu più consapevole

 

Il 2018 è stato proclamato ANNO NAZIONALE DEL CIBO ITALIANO dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo. Cogliamo questa occasione per valorizzare, attraverso il Premio Bezzo, il ruolo dei ristoratori locali delle dieci città finaliste di Capitale Cultura Italiana 2020. Attraverso questo progetto è nostra intenzione incidere su un cambiamento culturale che generi ricchezza e benessere condiviso. 

Valorizzare il Legame con il territorio, l’Innovatività del servizio, la corretta Competitività, l’attenzione all’Eco-sostenibilità e alla Tutela della sicurezza e salute sono criteri decisivi, non solo per vincere l’ambito premio, ma per il benessere equo e sostenibile del territorio, delle filiere produttive delle comunità locali, con un approccio inclusivo e capace di generare ricchezza e soddisfazione per tutti.

Questi criteri formano l'acronimo LICET®. Sviluppato da AREGAI, si tratta di un modello di sviluppo sostenibile partecipato, un insieme di strumenti e metodologie per aiutare a creare e a garantire nel tempo il benessere sostenibile sul territorio.

Il premio voluto dal Cav. Giuseppe BEZZO prende il nome dall'ex presidente della cooperativa CRAI CODE’ del Monferrato, in prima persona seppe promuovere con forza la cooperazione di dettaglio, dando sostegno al modello LICET®  ed ai valori sui quali si fonda.

Questo modello viene applicato all'interno del premio, che nasce dall’osservazione delle cucine dell’ospedale di Asti, dove il Cavaliere venne ricoverato nell’ultimo periodo della sua vita.

Collaborando con le due associazioni PLEF e AIQUAV, siamo impegnati a realizzare la volontà del Cav. BEZZO, coinvolgendo, ad anni alterni, la ristorazione collettiva e quella commerciale, per diffondere una solida base valoriale su cui attivare una competizione virtuosa. Risultato fondamentale di questo percorso è l'ottenimento di benefici da parte di tutti i partecipanti, oltre al vincitore, in ottica di conoscenze e visibilità.

I risultati raggiunti dal PREMIO BEZZO 2017 (premio rivolto agli enti committenti di un servizio di ristorazione collettiva) sono disponibili cliccando qui


 

GLI ORGANIZZATORI

 

Tre associazioni, AREGAI, PLEF e AIQUAV, collaboreranno per alimentare la cultura del benessere equo e sostenibile, con un premio che ne misura gli effetti sul territorio.

 

banner web associazioni 2018

 

Quest’anno gli importanti partner tecnici su cui contiamo sono lo Studio STILLAB, l’Associazione AIFOS, l’Associazione Cuochi di Torino e l’ente di certificazione RINA, che fin da subito hanno creduto nella validità di questa iniziativa. Insieme ci aiuteranno a premiare il ristoratore che si differenzia per il maggiore impegno a migliorare la qualità della vita, adottando filiere sostenibili per menù di eccellenza.

 

banner web sponsor tecnici 2018

 

Per trasparenza in tutto il percorso, i risultati saranno pubblicati sulla pagina delle "news" del sito AREGAI. In seconda istanza, verrà pubblicata anche una tesi universitaria, seguita dal Prof. Sergio Scamuzzi, Professore Ordinario del Dipartimento di Culture, Politica e Società. Oggetto di questa tesi sarà, al di là del concorso, la sperimentazione di un questionario per la valutazione del valore percepito. L'insieme fornirà una visione a tutto tondo dell’esperienza, testimoniando quanto fatto e rimanendo una fonte di ispirazione per i progetti futuri.

Oltre all’approccio coinvolgente che offriamo, teso a valorizzare i talenti di ognuno e la capacità di collaborare, il premio è organizzato come un percorso di crescita a cui è possibile partecipare. Partendo dall'appuntamento del 4 giugno a Casale Monferrato, tutti gli attori presenti collaboreranno attraverso determinati modelli come il già citato Licet, già adoperato con successo per il Premio BEZZO 2017 e composto da 5 valori e 38 criteri.

Unico nel suo genere, questo modello fonda la valutazione della sostenibilità sulla condivisione di un linguaggio comune, che consente la partecipazione di più parti interessate garantendo che il processo di valutazione sia pertinente, obiettivo e strutturato.

La sua integrazione con i requisiti dei principali standard di certificazione ISO 9001, ISO 14001, le linee guida ISO 26000 e ISO 20400 consente di impostare un percorso di certificazione o di creare disciplinari specifici per una attestazione di parte terza.

L’oggettività del metodo consente di attivare un percorso di conoscenza e scambio delle buone pratiche, sia gestionali che di sostenibilità, nella ristorazione e nelle filiere collegate, food e non food.

 

SINTESI DEI CRITERI DI VALUTAZIONE PER UNA RISTORAZIONE
SECONDO IL MODELLO DI VALUTAZIONE PARTECIPATA LICET

Banner Valori Home LEGAME CON IL TERRITORIO: Offerta enogastronomica con prodotti locali, tradizionali, a filiera corta e a valenza culturale.

INNOVAZIONE E MIGLIORAMENTO: Menu variegato con piatti per tutti i gusti e flessibilità per personalizzare l’offerta anche sulle modalità di consegna.

COMPETITIVITÀ E CORRETTEZZA: Staff preparato e attento agli sprechi, materie prime di qualità ad un prezzo per ogni tasca e modalità di pagamento.

ECO SOSTENIBILITÀ: Prodotti stagionali e attenti alla biodiversità. Processi non inquinanti e ottimizzazione di tutte le risorse.

TUTELA DELLE PERSONE: Pasto etico e nutrizionalmente bilanciato e attento ai bisogni speciali da consumare in un clima conviviale.

 

UN PREMIO PER IL RISTORATORE PIÙ CONSAPEVOLE E UNO PER IL TERRITORIO PIÙ COESO

 

Un premio unico nel suo genere, capace di coinvolgere tutti gli attori della filiera eno-gastronomica nella percezione del suo valore, grazie al sistema di misura e comunicazione della sostenibilità LICET® e dall’uso integrato dell’indicatore BES. La conseguente misurazione degli effetti sul benessere, l’equità e la sostenibilità sociale, economica ed ambientale sono funzionali a una maggiore attenzione dei decisori politici e dell’opinione pubblica verso questi temi così rilevanti per i cittadini.

Al ristoratore che più degli altri saprà distinguersi per il menu e il servizio, progettato e realizzato considerando tutti i criteri LICET®, verrà creato un servizio ad hoc con effetti su una filiera agro-alimentare scelta dal ristoratore.

Lo Studio STILLAB fornirà un servizio di consulenza per la valutazione e la comunicazione (attraverso la SMART LABEL LICET®) delle scelte che il ristoratore fa per il suo servizio, le quali non solo influenzano la  sua organizzazione, ma si estendono all'economia, l'ambiente e la società.

L’ente di certificazione RINA rilascerà una attestazione rispetto alla ISO 20400 (la prima importante norma internazionale al mondo in materia di approvvigionamento sostenibile).

Un’opportunità unica di produrre un cambiamento positivo sui processi di acquisto, considerando i rischi e i benefici, grazie all’aumento della visibilità di tutti gli anelli della filiera e la diffusione delle conoscenze sulle scelte virtuose e sostenibili fatte, da fare e da migliorare.

 

Italia bezzo 2018 450

 

Alla città che tra le dieci si differenzierá di più, per la capacità di agire da facilitatore e promotore del Premio BEZZO, per incentivare i ristoratori alla candidatura, e per coinvolgere i cittadini per la valutazione partecipata LICET® del servizio (secondo le regole disponibili in questa pagina), spetterà una indagine ad hoc verso la cittadinanza, per misurare il benessere soggettivo percepito nell’alimentazione locale con l’indice BES (Benessere Equo e Sostenibile).

A differenza delle normali etichette Aregai offre una una soluzione dinamica per le aziende, denominata Smart Label Licet. Attraverso questo layout la comunicazione risulta ben categorizzata e di facile lettura, a tutto vantaggio della credibilità e della fiducia reciproca.

SMART perchè indica le azioni sostenibili in modo:

S - specifico e semplice, utilizzando grafici a istogramma e radar per indicare la proattività delle azioni sostenibili fatte, secondo 38 criteri suddivisi nei 5 valori LICET®.

M - misurabile, secondo un grado di proattività crescente. Le barre sono indicatori di pro attività, alte o basse in funzione del grado di sostenibilità per ciascuno dei tuoi comportamenti.

A - attuabile, perché rappresenta le azioni fatte da parte di una organizzazione nella produzione di un prodotto, realizzazione di un servizio o nella gestione di un progetto. E' utile per chi si interfaccia con quella azienda o ente, perché riesce a cogliere cosa si trova dietro al prodotto o al servizio, e percepisce più chiaramente il valore di certe scelte.

R - realizzabili, con le giuste risorse, evitando impatti negativi e potenziando le opportunità di sviluppo e la reputazione

T - legati al tempo, come una fotografia, valida per il tempo in cui è stata scattata; per mantenerla aggiornata occorre scattare più fotografie nel tempo e creare così un album fotografico, che ritrae la realtà in tutti i suoi momenti.

La SMART LABEL LICET® ha una forma grafica simile a quella che siamo abituati a vedere sui frigoriferi delle nostre case, ma anzichè comunicare le prestazioni (es. il consumo energetico) comunica i comportamenti, le scelte e le azioni che hanno portato un certo risultato secondo i 5 valori LICET®.

smartlabel licet

In questo modo permette di sostanziare la nozione del corretto rapporto "qualità/prezzo" del prodotto/servizio. Stesso effetto lo si ha per i programmi elettorali o i progetti, nel momento in cui l'iter che ha portato a determinati risultati è messo nero su bianco.

Questo tipo di comunicazione è in linea con le richieste della normativa europea, richiedente   una rendicontazione sempre più trasparente a imprese e pubbliche amministrazioni (esempio Direttiva 2014/95/UE).



ITER DI CANDIDATURA

 

Potranno partecipare al Premio BEZZO tutti gli operatori della ristorazione dei 10 Comuni finalisti di Capitale Italiana della Cultura 2020, appartenenti a tutte le associazioni di categoria presenti sui territori.

Per operatore della ristorazione si intende il soggetto singolo o associato, iscritto al Registro imprese della CCIAA, operante nel settore della ristorazione e interessato a impegnarsi per la promozione della cultura del benessere sostenibile sul territorio.

Il processo da seguire è il seguente:

1. ENTRO IL 31 LUGLIO

Iscrizione e pre-valutazione.
IInvio via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. del proprio menù degustazione, ossia una panoramica delle specialità del ristorante selezionate secondo i requisiti prioritari LICET®. Questi ultimi saranno definiti nei documenti messi a disposizione al termine del laboratorio di co-creazione del 4 giugno a Casale Monferrato e del gruppo di Facebook delle città finaliste Capitale Cultura Italiana 2020.

2. ENTRO IL 12 AGOSTO

Pubblicazione della selezione sul sito www.aregai.it.
I primi 4 ristoratori ritenuti più coerenti con i requisiti di valutazione prioritari per ogni comune “finalista Capitale Cultura Italiana 2020” partecipante.

3. DAL 1 SETTEMBRE AL 31 OTTOBRE

Autovalutazione LICET®.
l candidati, sulla base delle linee guida LICET®, elaborano il menu a tema per il Premio BEZZO da inserire nella propria offerta dal 31 ottobre al 30 novembre e presentano il servizio compilando il questionario LICET® da inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

4. DAL 31 OTTOBRE al 30 NOVEMBRE

Attuare la valutazione partecipata LICET®.
Ogni ristoratore riceverà un questionario di soddisfazione da somministrare ai propri clienti per la raccolta dei feedback. Il questionario è elaborato come sperimentazione nella tesi di laurea gestita dal prof. Scamuzzi in collaborazione di altri professori dell’Università di Torino - Dipartimento di Culture, Politica e Società. Il questionario è accessibile al pubblico grazie ad un codice inserito nel menù e compilabile on line.

5. Dal 5 NOVEMBRE AL 3 DICEMBRE

Giuria tecnica.
Valuterà l’approccio utilizzato per elaborare il menù e presentare il servizio, secondo i 38 criteri LICET®. Successivamente lo confronterà con il valore percepito risultante dalla valutazione partecipata. Ricordiamo che la città finalista più abile nel coinvolgere i propri cittadini e turisti a provare il servizio del ristoratore concorrente e a valutarne il valore percepito avrà più chances di successo.

 

Il ristorante che avrà conseguito più punti in assoluto (per confronto tra autovalutazione, valutazione tecnica, valutazione partecipata), si aggiudicherà il Premio BEZZO che verrà consegnato a Firenze nell’evento nazionale AIQUAV.

Si richiede ai ristoranti aderenti all'iniziativa di tenere nella propria offerta il “menù Premio Bezzo”, per i mesi di settembre e ottobre, in ottica di  valutazione partecipata LICET®(questo può essere composto anche da piatti già presenti nel menù alla carta).

 

PREMIO BEZZO 2018, PROPOSTE PER I SOSTENITORI

 

La partecipazione al premio da parte dei ristoratori non prevede alcun costo, e per come è stata organizzata la valutazione partecipata consente fin da subito di avere un beneficio in termini di immagine.

Per lo spirito di collaborazione che contraddistingue il concorso abbiamo previsto che siano le stesse città finaliste a facilitare la promozione del premio, supportando la candidatura attraverso la diffusione dei valori e dei criteri di selezione.

Per la particolarità dell’iniziativa i premi si traducono in un lavoro di ricerca e di diffusione della consapevolezza sul Benessere Equo e Sostenibile (BES).

I contributi e le donazioni andranno a finanziare i premi, e sostenere la comunicazione e l’impegno organizzativo delle associazioni per coinvolgere sempre più imprese, enti e persone. Grazie agli strumenti del modello di sviluppo sostenibile partecipato LICET®, questi ultimi potranno valorizzare le loro esperienze e collaborare per migliorare continuamente la qualità della vita sul territorio.


premi bezzo platinum

Il premio per il territorio comporta l’assegnazione di un assegno di ricerca per un’attività di misurazione del benessere soggettivo, percepito nell’alimentazione locale confluente nell’indicatore BES - Benessere Equo e Sostenibile.

Il ricercatore, selezionato da AIQUAV, condurrà le indagini sul territorio, realizzando interviste, elaborando i dati rilevati e realizzando una pubblicazione per la diffusione dei risultati.

Sostenere il Premio per il Territorio significa:

• Supportare un’iniziativa che intende migliorare la qualità della vita sul territorio, misurandone gli effetti al fine di permettere a tutti di contribuire in modo concreto con le proprie azioni quotidiane a uno sviluppo sostenibile.

• Affermare e accrescere la propria visibilità nell’ambito eno-gastronomico e della ristorazione, oltre che nell’ambito della salute e benessere (Goal 3 SDG’s), delle città e comunità sostenibili (Goal 11 SDG’s) e del Consumo e produzione responsabili (Goal 12 SDG’s).

 

premi bezzo gold

Il premio per il ristoratore è un’attestazione, grazie ad un servizio erogato da STILLAB, sviluppata ad hoc per la misura della sostenibilità del servizio e di una filiera produttiva, attraverso gli strumenti del modello LICET®. Il tutto è validato dall’ente di parte terza RINA, nei confronti della nuova norma internazionale ISO 20400 “acquisti sostenibili” (qualificazione innovativa e trasparente finalizzata a sottolineare la leva competitiva della sostenibilità con esiti reputazionali).

 

premi bezzo silver

Per tutti i ristoratori finalisti è prevista una formazione specifica atta a qualificarli come “punti di diffusione di cultura” in grado di collegare, nell’ambito dei valori della sostenibilità, la cultura del cibo al territorio.

La formazione sarà erogata con un sistema innovativo, che consente di raccontare il valore della propria identità e di collaborare con gli altri per la creazione di una rete di ospitalità sostenibile.

Grazie agli strumenti LICET® di AREGAI, e alla visione strategica di PLEF, saranno messe a disposizione dei partecipanti una comunicazione efficiente e nuove modalità di relazione con i clienti.

 

premi bezzo testimonial

Finanziando la comunicazione locale e nazionale, le imprese che si qualificano come  testimonial dei valori del Premio BEZZO hanno la possibilità di condividere, con la LABEL LICET®, le azioni fatte e in corso, in linea con i 38 criteri utilizzati per l’assegnazione del premio al vincitore, diventando padrini dei ristoratori candidati in ciascuna delle 10 città finaliste (candidate a Capitale Italiana della Cultura 2020).


Evento lancio Premio BEZZO 2018  -  Vai alle news per tenerti aggiornato sul percorso del premio.

ACCESSO AL GRUPPO FACEBOOK RISERVATO AI TERRITORI IN GARA
Per iscriverti manda una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con le motivazioni per cui vuoi entrare a fare parte del gruppo.

 

banner striscia aregai

ASSOCIATI AD AREGAI

link socio

I nostri Progetti

gif animata progetti

Scopri chi usa LICET®

gif animata motore

EVENTI AREGAI

benessere1a
bezzo1a

I 5 valori LICET®

link come

Misura le tue azioni sostenibili, fai il test LICET®

TEST